HOME   •   CONFORMA   •   ATTIVITA’   •   AVVISI E BANDI   •   FINANZIAMENTI   •   CALENDARIO CONTATTI   •   AREA CLIENTI
 
 
ATTIVITA’
      Formazione Sicurezza  
 
»  Formazione Sicurezza
•  Formazione Ambientale
•  Formazione Continua
•  Formazione Manageriale
•  Formazione Qualità
•  Richiedi assistenza
 
 Newsletter
 Invia questa pagina
 Cerca
 Stampa
 
 
 
 
HOME > ATTIVITA’ > Formazione Sicurezza
 
Formazione dei lavoratori Addetti alla conduzione di carrelli elevatori- carrellisti e mulettisti 26/05/2016  

DURATA: 12 ore
A CHI SI RIVOLGE: Addetti all’utilizzo del carrello elevatore semovente.

0BIETTIVI DEL CORSO: 
Favorire tra gli addetti che utilizzeranno i carrelli elevatori semoventi prassi e comportamenti finalizzati all’incremento della sicurezza nei luoghi di lavoro.

PROGRAMMA CONTENUTI :Modulo Normativo, Tecnico e Pratico come disciplinato dall’Accordo Stato Regioni del 22/02/2012.

MODALITA’ DIDATTICHE: Lezione frontale, lavoro di gruppo, esercitazioni pratiche.

VERIFICA FINALE: Al termine del percorso formativo, previa frequenza di almeno il 90% delle ore di formazione e superamento del test di verifica finale e della prova pratica, verrà rilasciato ai partecipanti un attestato di abilitazione valido ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/11.

  Il numero massimo di allievi per la sessiione pratica di tale tipologia di corso è pari a 6.

 
Corso di Formazione per " Responsabile Tecnico delle Imprese per ala Gestione Rifiuti" 06/08/2015  

Il corso per “Responsabile Tecnico delle Imprese di Gestione Rifiuti” si svolge ai sensi del Decreto del Ministero dell’Ambiente 28 aprile 1998 n. 406 (Regolamento di organizzazione e funzionamento dell’Albo nazionale delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti) e alla delibera 003 del 30 luglio 1999 del Comitato Nazionale dell’Albo delle imprese che effettuano la gestione dei rifiuti ha stabilito criteri e modalità di svolgimento dei corsi di formazione per responsabili tecnici.

Nello specifico Comitato stabilisce che il corsi di formazione si articoli in forma modulare:
  • Modulo base (durata 40 ore) obbligatorio per tutte le categorie di iscrizione 
  • 5 moduli di specializzazione di durata variabile in relazione alla categoria di appartenenza
 
Corso per Datore di Lavoro che può svolgere direttamente i compiti propri del servizio di prevenzione e protezione dai rischi 25/03/2015  
 
CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI PES-PEI-PAV 22/07/2015  

 Presentazione:

Il Testo unico sulla Sicurezza (Dlgs n. 81 del 2008) al capo III obbliga il datore di lavoro a riconoscere le competenze delle persone che svolgono lavori sugli impianti elettrici della propria azienda.

La normativa,inoltre, stabilisce che nessun lavoro può essere eseguito da personale sprovvisto di adeguata formazione professionale PES (persona esperta)- PEI (persona idonea)- PAV (persona avvertita) .

Destinatari:

Il corso si rivolge principalmente al personale tecnico; Installatori elettrici, Responsabili tecnici, Responsabili di impianti, Preposti, lavoratori che operano sugli impianti. elettrici, reparti interni delle imprese con attività nel campo della manutenzione e dell’installazione elettrica di macchine ed impianti, appaltatori di lavori elettrici, e a coloro che, pur non eseguendo interventi su installazioni elettriche, eseguono lavori in prossimità di parti attive accessibili (CEI 11-27/2014).

 Obiettivi:

Il corso si propone di fornire ai partecipanti  conoscenze tecniche adeguate per eseguire i lavori elettrici quali per esempio le nuove installazioni, la manutenzione sulle macchine e sugli impianti con parti in o fuori tensione secondo i requisiti della Norma tecnica CEI 11-27 IV edizione 2014.

 Contenuti:

  • Concetti e principi di sicurezza (danno,rischio, prevenzione e protezione);

  • Le principali disposizione legislative sulla sicurezza;

  • D.Lgs n.81/2008;

  • La normativa tecnica sugli impianti elettrici. Richiami di fondamenti d’impianti elettrici. Discussione e verifica;

  • Gli effetti della corrente elettrica sul corpo umano;

  • Norme e principi generali per gli interventi di pronto soccorso;

  • DPI e attrezzatura. Normativa,utilizzo e gestione;

  • Norme CEI EN 50110-1 CEI 11-27:2014;

  • Metodi di lavoro (norma CEI 11-27)- Fuori tensione BT-Fuori tensione AT- Sotto tensione BT-in prossimità;

  • Disposizioni del titolo V del TU;

  • Tipologia dei lavori trattati dalla Norma CEI 11-27:2014;

  • Le comunicazioni durante i lavori elettrici;

  • Scelta delle attrezzature e dei DPI per i lavori elettrici e particolarità per i lavori “sotto tensione”;

  • La gestione delle situazioni di emergenza: valutazione del rischio elettrico e del rischio ambientale;

  • I lavori elettrici in bassa tensione: fuori tensione, in prossimità di parti attive, in tensione e criteri generali di sicurezza;

  • Le gestione delle misure elettriche durante le attività lavorative;

  • Procedure per lavori sotto tensione su impianti in bassa tensione, fuori tensione ed in prossimità.E’ obbligatoria la frequenza del 90% delle ore di formazione previste.

Certificazioni:

È previsto un test finale di verifica dell’apprendimento con rilascio attestati conformi alla vigente normativa sulla sicurezza.
L’attestato, oltre a certificare la formazione PES-PEI E PAV, è valido ai fini della formazione generale e specifica dei lavoratori delle aziende a rischio alto, come previsto dall’Accordo Stato Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano del 21/12/2011.

 Docenti:

Docente qualificato secondo le procedure del SGQ di UNAE e del D.M. 06/03/2013 per l’erogazione della formazione prevista dagli artt. 34 e 37 del D.Lgs. n .81/08

 
“CORSO DI AGGIORNAMENTO OPERATORI PES PAV PEI 22/01/2015  

PRESENTAZIONE:

L
a IV edizione della norma CEI 11.27: 2014 introduce importanti novità in materia di sicurezza nell’esecuzione dei lavori elettrici: pur mantenendo la struttura generale dei concetti espressi nella precedente edizione, ha aggiornato le modalità di esecuzione dei lavori elettrici e dei lavori non elettrici operati in presenza di rischio elettrico producendo un completo allineamento con la normativa europea.

DESTINATARI:


Il corso è rivolto a chi ha già ricevuto l’attribuzione di Persona Esperta (PES) ,Persona Avvertita (PAV), Persona Idonea(PEI).

obiettivi:
  •  Fornire gli elementi di aggiornamento per le Persone esperte (PES) e le Persone avvertite (PAV) circa la nuova normativa del personale che svolge lavori elettrici, con particolare riguardo all’acquisizione delle necessarie conoscenze teoriche delle modalità di organizzazione e conduzione dei lavori in relazione all’evoluzione e dello stato dell’arte delle norme relative ai lavori elettrici. Il corso costituisce, per il personale che ha frequentato il corso di formazione conforme al modulo 1A +2A della III edizione CEI 11-27, ovvero il corso di - Formazione generale e Formazione specifica conforme all’Accordo S-R n. 221/11 prima dell’entrata in vigore della IV edizione della predetta norma CEI, l’assolvimento dell’obbligo dell’aggiornamento formativo quinquennale, della durata minima di 6 ore, conformemente al citato accordo  in presenza di una significativa evoluzione e innovazione normativa sulla sicurezza.
CONTENUTI:
  •  Aggiornamento sulle modifiche e integrazioni del D.Lgs n.81/2008;
  •  Introduzione generale alla nuova Norma CEI 11-27:2014;
  •  Richiami ai concetti generali sulla legislazione e sulla normativa attinente ai lavori elettrici;
  • Il nuovo campo di applicazione della Norma CEI 11- 27:2014
  • Le nuove figure, i ruoli e le relative responsabilità introdotti dalla edizione 2014 della Norma CEI 11-27
  • Le nuove definizioni delle zone di lavoro elettrico e di lavoro non elettrico;
  • La gestione dei lavori non elettrici: i lavori in vicinanza
  • Tipologia dei lavori trattati dalla Norma CEI 11-27:2014
  • Le comunicazioni durante i lavori elettrici
  • Scelta delle attrezzature e dei DPI per i lavori elettrici e particolarità per i lavori “sotto tensione”;
  •   La gestione delle situazioni di emergenza: valutazione del rischio elettrico e del rischio ambientale;
  •  I lavori elettrici in bassa tensione: fuori tensione, in prossimità di parti attive, in tensione e criteri generali di sicurezza;
  •  Le gestione delle misure elettriche durante le attività lavorative;
  •  Procedure per lavori sotto tensione su impianti in bassa tensione, fuori tensione ed in prossimità.
DOCENTE

Docente qualificato secondo le procedure del SGQ di UNAE e del D.M. 06/03/2013  per l’erogazione della formazione prevista dagli art. 34 e 37 del D.Lgs. n .81/08

 
ISPEZIONE E MONITORAGGIO DI PONTI, VIADOTTI, CAVALCAVIA E PASSERELLE 18/03/2007  

Il corso è destinato a personale aziendale o liberi professionisti impegnati, in ambito privato o in Enti Pubblici, a svolgere funzioni di cui all’art. 33 del Decreto Legislativo 81/2008.

I moduli formativi programmati, strutturati in unità didattiche di 4 ore ognuna, avranno una durata complessiva variabile in relazione ai macrosettori di attività per cui si iscrive.

>> Informazioni e documentazione
 
Corso per Addetti al Servizio Anticendio 25/09/2014  
Sulla base di quanto disposto dal D.M. 10/3/98, in ottemperanza al D.lgs. 81/08, tutti i lavoratori esposti a particolari rischi di incendio correlati al posto di lavorodevono ricevere una adeguata informazione e una specifica formazione antincendio.

La valutazione dei rischi identifica  il livello di rischio d’incendio dell’intero luogo di lavoro o di parte di esso : tale livello può essere basso, medio o elevato.

In base alla classe di rischio di appartenenza dell’azienda, i lavoratori icaricati di far parte della squadra antincendio dovranno frequentare:

  • Corsi RISCHIO BASSO (4 ore per attività a basso rischio incendio)
  • Corsi RISCHIO MEDIO (8 ore per attività a medio rischio incendio)
  • Corsi RISCHIO ALTO (16 ore per attività a alto rischio incendio)


>> informazioni ulteriori
 
Corso per Datori di Lavoro 17/05/2013  
Datori di Lavoro che svolgono direttamente la funzione di RSPP

Il corso viene effettuato secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/2008, art.34 e dall’Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011 che ha riunito tutta la materia della sicurezza sui luoghi di lavoro. Il corso aiuta quindi il datore di lavoro che svolge il ruolo di responsabile del servizio di sicurezza a risolvere efficacemente le problematiche in materia di sicurezza sul luogo di lavoro.

 
Corso di Aggiornamento per Responsabile e Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione 14/05/2013  

E’ in programmazione una nuova sessione  di Aggiornamento per Responsabili e Addetti al servizio prevenzione e protezione.

L’attività formativa, della durata di otto ,si svolge  con contenuti conformi al D.lgs. 81/2008 e alla Conferenza Stato Regioni del 26 gennaio 2006. 

La normativa vigente prevede che l’aggiornamento avvenga con cadenza quinquennale con un monte ore che varia in base al ruolo (RSPP o ASPP) ed al macrosettore di attività in cui lo si svolge ( Il monte ore può essere distribuito nell’arco dei 5 anni).

 Si ricorda, inoltre che la mancata formazione prevede sanzioni a carico del datore di lavoro e del dirigente così come previsto dagli artt. 17 comma 1, lettera b, e 55, comma 1 lett. B, del D.Lgs. 81/2008 .
Brochure_Aggiornamenti_2014 Brochure_Aggiornamenti_2014
 
Corso per RLS 03/05/2013  
Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza è il soggetto al quale è demandato il compito di controllare il rispetto delle regole in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

ll numero minimo dei RLS è:
a) 1 per le aziende o unità produttive sino a 200 lavoratori;
b) 3 per le aziende o unità produttive da 201 a 1.000 lavoratori;
c) 6 per tutte le aziende o unità produttive oltre i 1.000 lavoratori. Aziende per lequali il numero dei RLS aumenta nella misura individuata dagli accordi interconfederali o dalla contrattazione collettiva.

La nomina del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza è definita dall’art. 47 del D.Lgs. 81/08 che prevede che tale figura, eletta o designata, sia presente in tutte le aziende o unità produttive. Il comma 3, dello stesso articolo, sancisce, inoltre, che nelle aziende o unità produttive che occupano fino a 15 lavoratori il RLS venga eletto direttamente dai lavoratori, mentre in quelle con più di 15 lavoratori venga eletto o designato dai lavoratori nell’ambito delle rappresentanze sindacali in azienda.

L’art. 37 del D.Lgs. 81/08 definisce l’obbligo per il datore di lavoro di garantire la "formazione dei lavoratori e dei loro rappresentanti". La formazione deve essere effettuata all’inizio del rapporto di lavoro, e in seguito al cambiamento delle mansioni o all’inserimento di nuove attrezzature di lavoro. Il corso di formazione dovrà essere periodicamente ripetuto.
 
Corso Aggiornamento RLS 03/05/2013  
L’articolo 37 del D.Lgs. 81/08, Testo Unico in materia di tutela della Salute e della Sicurezza nei luoghi di lavoro, nell’ultimo capoverso del comma 11, introduce l’obbligo di aggiornamento periodico della formazione dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS).

La durata di tale aggiornamento periodico non puo’ essere inferiore: a 4 ore annue per le imprese che occupano da 15 fino a 50 lavoratori e a 8 ore annue per le imprese che ne occupano piu’ di 50.

Alla luce di tale obbligo l’aggiornamento della formazione dei Rappresentanti dei Lavoratori decorre dopo un anno dal completamento del primo corso di formazione (32 ore).
 
Corso per Addetti al primo soccorso 11/10/2013  
L’Addetto al Primo Soccorso è il soggetto al quale è demandata la gestione dell’emergenza sanitaria sul posto di lavoro secondo quanto previsto dal D.M. 388/2003.

Tale normativa integrata con i più recenti L.123/2007 e il D.Lgs. 81/2008 dispone che gli Addetti al pronto soccorso aziendale vengano formati per gestire le situazioni di emergenza e di primo intervento sanitario a tutela della salute del personale esposto ad eventi dannosi, lesioni fisiche o che si trovi in uno stato di difficoltà e in pericolo di vita, in attesa dell’arrivo degli operatori medici competenti.

La durata della formazione è legata alla Classe di appartenenza dell’azienda e riconducibile agli indici INAIL di inabilità permanente.
1. Aziende di Classe A: formazione da 16 ore e aggiornamento obbligatorio max triennale da 6 ore.
2. Aziende di Classe B: formazione da 12 ore e aggiornamento obbligatorio max triennale da 4 ore
3. Aziende di Classe C: formazione da 12 ore e aggiornamento obbligatorio max triennale da 4 ore

E’possibile consultare il link seguente per conoscere gli indici aggiornati:

http://www.inail.it/internet/default/INAILcosafa/Sicurezzasullavoro/indicidifrequenzainabilitpermanente/index.html

DECRETO 15 luglio 2003, n.388 DECRETO 15 luglio 2003, n.388
scheda di adesione scheda di adesione
 
Corso di Aggiornamento per Addetti al Primo Soccorso 31/10/2013  
Corso di Aggiornamento per Adetti Primo Soccorso
Ogni azienda dopo aver nominato i propri addetti al primo soccorso, deve provvedere all’aggiornamento degli stessi.

Tali addetti devono ricevere un adeguato e specifico aggiornamento previsto dal DM 388/03,la cui è legata alla Classe di appartenenza dell’azienda e riconducibile agli indici INAIL di inabilità permanente:

1. Aziende di Classe A: aggiornamento obbligatorio max triennale da 8 ore.
2. Aziende di Classe B: aggiornamento obbligatorio max triennale da 4 ore.
3. Aziende di Classe C: aggiornamento obbligatorio max triennale da 4 ore .


Obblighi Formativi
 Lo schema che segue riassume i principali adempimenti formativi obbligatori per la figure della sicurezza in azienda:


OBBLIGHI FORMATIVI

 

DURATA E TIPOLOGIA

AGGIORNAMENTO 

(termini e durata)

NOTE

LAVORATORI

4 ore :formazione generale

+

Formazione specifica

4 ore Rischio basso

8 ore Rischio medio

12 ore Rischio alto

6 ore

ogni 5 anni

Il monte ore di formazione da frequentare è individuato in base al settore Ateco 2002 di appartenenza, associato ad uno dei tre livelli di rischio, così come riportato nell’Allegato 2 dell’Accordo Conferenza Stato Regioni 21 dicembre 2011

PREPOSTO

8 ore – Formazione base

+

8 ore Rischio basso

12 ore Rischio medio

16 ore Rischio

6 ore

ogni 5 anni

Il monte ore di formazione da frequentare è individuato in base al settore Ateco 2002 di appartenenza, associato ad uno dei tre livelli di rischio, così come riportato nell’Allegato 2 dell’Accordo Conferenza Stato Regioni 21 dicembre 2011

DIRIGENTE

16 ore – tutte le classi di rischio

6 ore – tutte le classi di rischio

ogni 5 anni

 

 I contenuti e la durata dell’attivtà formativa sono riportati nell’Accordo Conferenza Stato regioni 21 dicembre 2011

DATORE DI LAVORO RSPP

16 ore Rischio basso

32 ore Rischio medio
48 ore Rischio alto

6 ore – Rischio basso
10 ore – Rischio medio
14 ore – Rischio alto
Ogni 5 anni

 

Il monte ore di formazione da frequentare è individuato in base al settore Ateco 2002 di appartenenza, associato ad uno dei tre livelli di rischio, così come riportato nell’Allegato 2 dell’Accordo Conferenza Stato Regioni 21 dicembre 2011

ASPP

Mod. A 28 ore

Mod B da 12 a 68 ore in relazione al macrosettore di appartenenza

28 ore per gli ASPP di tutti i macrosettori di attività

Ogni 5 anni

Modulo A fornisce credito formativo permanente

Modulo B da aggiornare

ASPP che non adempie l’obbligo di

aggiornamen nei tempi previsti decade dall’incarico

 

RSPP

Mod. A 28 ore

Mod B da 12 a 60 ore in relazione al macrosettore di appartenenza

 

Da 28 a 100 ore in relazione al/ai macrosettore/i di appartenenza

Ogni 5 anni

Moduli A e C forniscono credito formativo permanente

il RSPP che non adempie l’obbligo di

aggiornamento nei tempi previsti, perda la propria decade dall’incarico

 

ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO

16 ore Aziende di Classe A

12 ore Aziende di Classe B e C

6 ore -Aziende di Classe A Aziende

4 ore -Aziende di Classe B e C

Ogni 3 anni

 

La durata della formazione è legata alla Classe di appartenenza dell’azienda e riconducibile agli indici INAIL di inabilità permanente.

 

 
         
  conforma.basilicata.it    
Contatti    Area Clienti    Privacy Credits: basilicatanet.com